Il mio Kurt Cobain

Oggi verrete e verrò invasa da immagini, video, citazioni e articoli di Kurt Cobain. Quello che è stato un piccolo grande genio artisticamente parlando, di cui spesso ci lamentiamo per la precoce dipartita. Il grunge alla fine, come ogni genere musicale con un grosso peso specifico, ha segnato un confine epocale e come ogni genere musicale che ha segnato un confine epocale, non è solo stato un qualcosa che riguardava cosa ascoltare nello stereo con empatia, ma anche e sopratutto un’attitudine di vita che ha riguardato in parte e in alcuni casi profondamente la mia generazione. Il grunge aveva sdoganato la depressione poetica collettiva, la sciatteria nel vestirsi come moda di un abbellimento nell’abbrutimento, il gridare rabbiosamente a capo basso guardandosi le scarpe, come se la prospettiva iniziasse e finisse lì, dai piedi. Essere tristemente incazzato era un fatto positivo, che si sposava bene con maglioni infeltriti, camicioni a scacchi lisi, anfibi consumati e capelli unti. Certo a qualcuno potrà risultare riduttivo tutto questo, e infatti lo è. È la riduzione della prospettiva di una 36enne che si è vissuta l’adolescenza attraverso il grunge ed è una prospettiva non critica, ma sentimentale. Kurt Cobain, Eddie Vedder, Chris Cornell erano dannatamente belli, tristi, arrabbiati. Cantavano in continuazione queste sensazioni, uno sdoganarsi dall’estetismo degli anni 80 continuo, ti facevano credere che l’aspetto non contava, ma la verità è che quei bei faccini a noi ci sono rimasti dentro, insieme ai capelli lunghi. È per questo che se penso a Kurt Cobain oggi mi prende un misto di nostalgia furente e di sensazione di scoglionamento, ripensando a tutta quella finta depressione poetica, che qualcuno ancora oggi si porta addosso, pensando sia ancora fico essere grunge.

Annunci

Un pensiero su “Il mio Kurt Cobain

  1. Quell’atteggiamento che stigmatizzi è una cosa che risale perlomeno al romanticismo.
    No, non è mai piaciuto nemmeno a me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...