La doppia stramba intervista a Chef Ragoo e Truce Baldazzi

Non possiamo più fare gli struzzi. Ormai è evidente, il rap è un mondo musicale in continua espansione e qua in Italia, dopo anni di pseudo marginalità, sta piano piano conquistando tutti quegli spazi resi vacanti dagli altri generi. Sì, perché la forza del rap ed essere un macrocosmo suddiviso in microcosmi a se stanti, che non solo non si danneggiano fra di loro, nonostante tocchino a volte gli antipodi, ma paradossalmente riescono nella loro integralità, a rafforzare il concetto generale di appartenenza. Un direttore marketing di una multinazionale, non avrebbe potuto scovare tattica più geniale di questa e allo stesso tempo il rap si dimostra alla fine il genere musicale più democratico del pianeta. Nessuno se ne sente escluso perché dire rap vuol dire essere ammiccanti e commerciali come i Club Dogo, vuol dire far impazzire orde di adolescenti vedi Fedez, vuol dire mettere d’accordo mamme, figlie e tv vedi Moreno, vuol dire farsi portavoce di tutti i coatti da nord a sud come ha fatto Truce Baldazzi, vuol dire passare concetti politici e anarchici come hanno fatto le Posse, vuol dire essere intellettuali e ammiccare all’indie tirandosela un po’ vedi Dargen D’Amico, vuol dire essere fuori dagli schemi e fare del rap il nuovo punk come fa Chef Ragoo. Insomma nel rap alla fine tutti possono trovare una casella dove infilarsi e allo stesso tempo sentirsi parte di un tutto che dà i suoi risultati, anche in fatto di vendita. Ma la cosa che mi ammalia in assoluto di più, è questo concetto in cui i luoghi comuni sono facilmente ribaltabili e certe categorie si possono riabilitare solo approcciandosi con uno sguardo più ampio e analizzando certi fenomeni non solo da un punto di vista musicale, ma anche sociale.

  1. Cos’è il rap?

    Truce: Il rap per me è una valvola di sfogo, per buttare fuori quello che ciò dentro, buttare fuori i problemi.

    Chef Ragoo: Un genere musicale

  1. Cosa c’è fuori dal rap?

    Truce: fuori dal rap, per me solo rap.

    Chef Ragoo: una spaziosa sala d’attesa

  2. Che tipo di artista ti definiresti?

Truce:Artista…… rapper solamente

Chef Ragoo: non mi definirei artista. sono un punk rocker versatile. –

  1. Se tu fossi un rocker chi saresti e perché?

    Truce: ………………………..

    Chef Ragoo: fossi un punk rocker sarei io. se non fossi punk non sarei io. e boh, vorrei essere neil young per certi versi. perché scrive bene, come io non saprò mai scrivere.

  1. Se tu fossi una pop star chi saresti e perché?

Truce:………………..

Chef Ragoo: Tony Bourdain. Perché il pop non è solo musica.

  1. L’artista che stimi di più in assoluto

    Truce:Artisti che stimo d’assoluto, per adesso fabri fibra, emis killa, club dogo musica hip hop tipo come loro.

    Chef Ragoo: – Bob Mould, da sempre, per sempre. Non smetterò mai di ascoltarlo, girare il mondo per andarlo a vedere, riverirlo.

  2. L’artista che secondo te è stato più sopravvalutato

    Truce: ………………………….

    Chef Ragoo: Mah, tali e tanti. Ti posso dire un gruppo che qualche anno fa sopravvalutai io prendendo una immane cantonata: System Of A Down.

  3. L’ultimo disco che hai comprato

    Truce:………………………

    Chef Ragoo:Il 7” dei Poker, punk band di Roma. Ma ancora sta aspettando poggiato sul piatto.

  4. Di cosa si deve parlare nelle canzoni per diventare famosi?

    Truce: nelle canzoni, bisogna parlare d’altro, variare, non dire le stesse cose, ci vuole talento, io rap lo faccio come hobby.

    Chef Ragoo: Non si capisce perché dovrei saperlo io.

  5. Di cosa non si deve parlare nelle canzoni per diventare famosi?

    Truce: non si deve parlare,di droga, crimine, istigazione alla violenza.

    Chef Ragoo: Ma non lo so, mai stato famoso un secondo, ci ho pure provato poco.

  6. Cosa manca agli altri generi musicali, che ha invece il rap?

    Truce: In questi anni, il rap non ne cambiato, è sempre stato lo stesso, io faccio un genere diverso da tutti i rapper.

    Chef Ragoo: – Il giradischi sul palco. Il grill sui denti. E altre sciocchezze folcloristiche tipo le gare di freestyle.

  1. Cos’è cambiato nel rap in questi anni?

    Truce:……………………..

    Chef Ragoo: Le dimensioni della mia prostata

  2. Oggi in italia siete in tanti a proporre la vostra musica, grazie a youtube e ai social network ognuno può farsi promotore di se stesso, ma secondo voi qual’è la formula per rimanere e non essere una semplice meteora?

    Truce:…………………

    Chef Ragoo:La formula per rimanere è essere interessati a rimanere, come è sempre stato. Se vuoi sfondare e pensi solo a quello e non sfondi, dopo un po’ inevitabilmente smetterai. Se fai musica perché è quello che senti di dover fare, l’insuccesso non ti farà sicuramente desistere.

  3. Come ha cambiato la musica il rap?

    Truce:……………………………….

    Chef Ragoo: il rap, il beatmaking, la cultura dei turntablist hanno cambiato la musica elettronica di fisso. la house è nata campionando eric b & rakim. per il resto l’influenza non è stata necessariamente positiva, anche il nu metal senza il rap non sarebbe esistito, e probabilmente sarebbe stato meglio.

  4. Come ha cambiato internet il rap?

    Truce:………………………

    Chef Ragoo: è internet che ha cambiato il rap, non il contrario. è internet che ha cambiato tutto.

  5. Cosa hanno in più all’estero rispetto all’Italia?

    Truce:

    Chef Ragoo: la loro erba è più verde. Sempre.

  6. Come te lo spieghi che in Italia nel rap fanno soldi solo quelli che mortificano i contenuti a pro di un’apparenza quasi maniacale, che scimmiotta un certo tipo di rap che viene da fuori?

    Truce:…………………..

    Chef Ragoo: occhio che molti non scimmiottano più il rap che viene da fuori, c’è un livello di rap mediocre che è totalmente nostrano e come con gli Articolo sta diventando un genere a sé stante, il rap-pop con le radici nella musica italiana. Non me lo spiego perché non è un mio problema.

  7. Si denuncia, si racconta o si ammalia nel rap italiano?

    Truce:……………………………..

    Chef Ragoo: Si ammala.

  8. Come te lo spieghi che tanti ragazzini si approcciano al rap senza sapere cosa sia in effetti il rap?

    Truce: I ragazzini nella loro generazione, sono molto provocatori, poche parole sono degli adolescenti dai 16-17 anni, il rap in effetti una terapia per risolvere i problemi, una terapia, per cercare di migliorare.

    Chef Ragoo: Mi sembra una cosa normale, conosco molta gente che ha dischi, che ne so, di Steve Vai ma non sa cosa sia una scala pentatonica. La chitarra è chitarra. Il rap è quella cosa che fa il pinguino nello spot vodafone: parlare a tempo sul beat. Nessuno inizia ad ascoltare la musica partendo dall’enciclopedia.

  9. Cosa pensi dei talent show in generale e del fatto che adesso anche loro hanno aperto a questo genere?

    Truce:……………………………

    Chef Ragoo: Fanno bene ad aprire perché sennò poi si formano i cattivi odori.

  10. Tre aggettivi per descrivere Fabri Fibra

    Truce: fabri fibra, a fare musica hip hop è bravissimo, negli argomenti usa ironia “simpatia

    ChefRagoo: amico. spassoso. Whatever.

  11. Tre aggettivi per descrivere i Club Dogo

    Truce: dogo, a fare musica hip hop sono bravi anche loro, sono bravissimi li stimo tantissimo

    Chef Ragoo:…………………………

  12. Tre aggettivi per descrivere Fedez

    Truce:……………………………….

    Chef Ragoo:…………………….

  13. Tre aggettivi per descrivere Bruce Springsteen

    Truce:…………………….

    ChefRagoo:……………………..

  14. Tre aggettivi per descrivere Bob Dylan

    Truce:………………….

    Chef Ragoo:…………………….

  1. Tre aggettivi per descrire David Bowie

    Truce:………………………

    Chef Ragoo:…………………..

  1. Tra Beatles e Rolling Stones?

    Truce:

    Chef Ragoo: Beatles, nei giorni pari.

  2. Cosa vorresti cancellare nella musica italiana?

    Truce: nella musica italiana, nessuno, ognuno ai suoi gusti.

    Chef Ragoo: le consonanti, per vedere di nascosto l’effetto che fa.

  3. Cosa vorresti cambiare ?

    Truce: nessuno, io ho un gros orecchio che ascolta solo musica rap/ hip hop

    Chef Ragoo:credo sia troppo tardi per cambiare alcunché. credo nessuno sia interessato a cambiare alcunché.

  4. Cosa vorresti fare da grande?

    Truce:Il rap non sarà credo la mia strada, non si sa, prima poi troverò cosa farò da grande.

    Chef Ragoo:sopravvivere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...